Scuola di Cooperazione Internazionale

LA SCUOLA

La “Scuola di Cooperazione Internazionale” nasce per formare figure esperte nel settore dell’emergenza e dello sviluppo (come amministratori di progetto, capi progetto, capi missioni, tecnici), per promuovere la cultura della cooperazione e per attivare un dialogo fecondo con gli attori dello sviluppo sostenibile (università, centri di ricerca, aziende, enti del terzo settore).

La Scuola di Cooperazione Internazionale eroga corsi di inserimento e di perfezionamento al ruolo, affinché gli operatori umanitari siano sempre più attrezzati per intervenire con competenza in contesti difficili – quelli in cui operano le organizzazioni non governative e organizza eventi e attività culturali (come seminari, conferenze e ricerche) per approfondire il sapere specialistico e contribuire alla conoscenza di questo settore di intervento.

La Scuola di Cooperazione Internazionale si pone come luogo di capitalizzazione e diffusione della conoscenza nel settore della Cooperazione Internazionale per accompagnare e favorire l’innovazione e il rafforzamento delle competenze degli operatori umanitari e diffondere nelle istituzioni e nelle imprese la cultura della cooperazione, della sostenibilità e della responsabilità sociale.

La Scuola di Cooperazione Internazionale si pone come luogo di capitalizzazione e diffusione della conoscenza nel settore della Cooperazione Internazionale per accompagnare e favorire l’innovazione e il rafforzamento delle competenze degli operatori umanitari e diffondere nelle istituzioni e nelle imprese la cultura della cooperazione, della sostenibilità e della responsabilità sociale.

La Scuola di Cooperazione Internazionale, attraverso la formazione di figure specializzate, si pone l’obiettivo di creare un “ambiente di apprendimento” specifico, dove:

  • siano rafforzate le identità, i set di competenze e le prospettive professionali di chi opera nel settore umanitario;
  • siano valorizzate e re-indirizzate le competenze professionali di chi proviene da contesti diversi dall’umanitario;
  • siano incrementate le conoscenze, gli scambi e le aree di collaborazione tra mondo della cooperazione internazionale, delle imprese e del pubblico sull’Agenda dello Sviluppo Sostenibile 2030.

La Scuola di Cooperazione Internazionale opera in maniera contigua su tre aree: la formazione, la cultura e la ricerca.

L’area formazione intende rispondere alle esigenze di professionalizzazione, aggiornamento e formazione continua degli operatori umanitari, attraverso l’erogazione di corsi di breve e lunga durata per:

  • l’ingresso nel settore della cooperazione internazionale;
  • lo sviluppo di carriera legato ad una specifica professionalità;
  • la specializzazione in un determinato settore o attività;
  • l’aggiornamento puntuale professionale.


In prospettiva, la Scuola di Cooperazione Internazionale vuole proporre anche percorsi formativi che vadano oltre la fruizione del singolo corso, in cui integrare progetti sul campo, coaching, partecipazioni ad eventi, ecc.

L’area cultura intende sollevare riflessioni e dibattiti su uno scenario di intervento in rapido divenire, allo scopo di allenare e diffondere la capacità di anticipare proattivamente il futuro.

A tale scopo, la Scuola di Cooperazione Internazionale organizzerà conferenze, seminari e workshop su:

  • temi emergenti nel settore della cooperazione internazionale;
  • temi e questioni di interesse trasversale (sostenibilità, responsabilità sociale, ecc.), rivolte al pubblico di istituzioni e aziende;
  • seminari di informazione e sensibilizzazione rivolti ad un’ampia fascia di persone, per far conoscere sempre più la cooperazione internazionale.

L’area ricerca, concepita di supporto all’area formazione e cultura, avrà il compito fondamentale di:

  • anticipare trend e fenomeni da trasferire al sistema, attraverso gruppi di lavoro e comunità di pratiche attivate;
  • monitorare i bisogni da parte delle ONG al fine di avere una offerta formativa adeguata ai bisogni di cambiamento in atto nel settore;
  • sviluppare materiale e output di ricerca fruibili per tutto il sistema al fine di rafforzare il know how disponibile per il settore.
I DOCENTI
La classe docenti della Scuola di Cooperazione Internazionale è formata da professionisti ed esperti qualificati, che vantano un’ampia esperienza nel settore di riferimento e sul campo.

Fabrizio Andriolo

Roberta
Castelli

Marco
Faragutti

Efrem
Fumagalli

Greta
Ghelfi

Paolo
Gioffreda

Francesco
Matera

Uberto
Pedeferri

Augusto
Prete

Simonetta
Ravenna

Isabella
Samà

COORDINATORE DIDATTICO

Nella Scuola di Cooperazione Internazionale il coordinatore didattico gestisce le piattaforme di apprendimento, supporta i docenti nella strutturazione e impostazione metodologica dei corsi, ed accompagna i corsisti dalla fase di assessment all’erogazione dei moduli, fino agli esami finali.

Claudio
Polini

I CORSI